I Maestri


E’ per noi doveroso dedicare uno spazio ai maestri che hanno collaborato con la Scuola con l’insegnamento delle loro tecniche e della loro arte.
Eligio Faure è stato il primo maestro con il quale ci siamo cimentati a colpi di sgorbie; ha dedicato parte della sua vita alla scultura del legno ed all’insegnamento di questa cultura valligiana. Ci ha lasciati all’età di 82 anni e lo ricordiamo con grande affetto e simpatia. In suo ricordo la famiglia ci ha fatto dono di questa scultura.

Il maestro Giuseppe Mesini ha collaborato con noi per alcuni anni per l’insegnamento del disegno, della creta e della pittura, imprimendoci le basi fondamentali per portare avanti i lavori su legno.

Il maestro Silvano Gatti ha ampliato la nostra conoscenza del disegno, della prospettiva ed in particolare come utilizzare la creta per la realizzazione di modelli da eseguire poi in legno, tecnica molto imoirtante per il tutto tondo.

Il maestro Ferruccio Croce, un uomo che ha trascorso una vita nell’arte del legno come scultore, costruttore di mobili d’arte ma in modo particolare un uomo che è vissuto per l’arte lignea e che ha tramandato con vera gioia ciò che lui aveva appreso in oltre cinquanta anni di attività e di passione per il legno;
disegnatore molto valido e realizzatore di modelli utilizzando tecniche varie rivolte alla creazione di opere di un certo livello.
Ha preso parte a numerosissimi concorsi di scultura classificandosi anche tra i primi e nel 2003 ha partecipato alla selezione del concorso della Sacra di San Michele con il capolavoro qui pubblicato; "Il cacciatore".

Purtroppo ci ha lasciati all'età di 76 anni e la nostra Associazione, per riconoscenza, ha integrato la denominazione della Scuola con il suo nome.
La famiglia, in suo ricordo, ha donato la scultura alla Scuola.

Attualmente collaborano, oltre al Direttivo, i maestri Walter Tomassone e Franco Peirolo, entrambi di Bussoleno, già allievi di Ferruccio Croce.

Per alcuni anni la Scuola ha portato avanti una nuova esperienza, sempre nel campo del legno, con la costruzione di violini.
Il maestro liutaio Leopoldo Pesando che oltre ad avere insegnato come si costruisce il violino ci ha dilettati anche suonando lo strumento e ci ha impartito le lezioni fondamentali.
A parte le lezioni prese in gioventù per imparare a suonare lo strumento, la sua passione per l’arte della lavorazione del legno ha fatto sì che il suo interesse si è rivolto in modo particolare allo studio per la costruzione dei violini.
Per ragioni di età non può più continuare in questa attività.



Associazione Culturale Scuola Intaglio "Ferruccio Croce", Bussoleno 10053 (TO) via Massimo D'Azeglio,14 (presso sede del Parco), info@scuolaintagliobussoleno.it